HomeIntervisteDzeko: "Doppietta? Non contano i miei record, conta altro"

Dzeko: “Doppietta? Non contano i miei record, conta altro”

pubblicato il

E’ stato sicuramente uno dei protagonisti assoluti della vittoria per sei a zero dell’Inter contro il Verona al Bentegodi. Edin Dzeko si presenta ai microfoni di Sky Sport per commentare la partita dei suoi e la doppietta segnata contro i gialloblu. Le sue parole:

“E’ logico che mi mancava segnare, ci mancherebbe, però c’è da dire che io i miei gol, intendo quelli importanti, li ho già fatti, quindi non soffro per niente quando non segno, anzi, penso ad altre cose che sono ancora più importanti. A cosa mi riferisco? Alla finale in Coppa Italia e alla semifinale contro il Milan e, soprattutto, al terzo posto, è importante raggiungere questi obiettivi. Ripeto, sono queste le cose che contano e non i miei record.

Dzeko continua: “La semifinale? Il Milan è una squadra forte e non sta in semifinale di Champions League per caso, però noi crediamo in noi stessi e nella nostra forza. Abbiamo dei grandi giocatori, purtroppo abbiamo perso qualche partita che non dovevamo assolutamente perdere, ma questo è il calcio e bisogna migliorare e non ripetere di nuovo. Non dobbiamo guardare più indietro ma bensì seguire verso questa strada che stiamo percorrendo. Contro il Verona c’è stata una vittoria importante e abbiamo anche recuperato qualche punto contro gli avversari. Le prossime partite saranno ancora più importanti”, conclude il centravanti nerazzurro.

Fonte – Sky Sport

ti potrebbero piacere

L’esposto degli juventini contro l’Inter finisce nel modello 45

Figuriamoci se la Procura di Milano prenderebbe sul serio un esposto di tifosi sfegatati...

Lippi: “L’Atalanta è la squadra che gioca il miglior calcio in Italia, è la squadra più forte che c’è in Italia”

Un ex allenatore juventino che elogia l’Atalanta di Gian Piero Gasperini è più che...

Francia-Canada, Menes attacca Thuram: “E’ ancora vicino al nulla”

Non ci va leggerissimo Pierre Menes con i giudizi nei confronti di Marcus Thuram....